i-motivi-per-essere-minimalisti

10 buoni motivi per essere minimalisti

Esistono dei buoni e validi motivi per essere minimalisti.
Avere un mood minimale o minimalista non significa privazione o vivere secondo un senso di scarsità.
Abbracciare uno stile di vita minimalista significa andare all’essenza delle cose. Ovvero andare al centro del nostro nucleo come persone e andare verso l’essenziale e ciò che è realmente importante per noi.
Significa dare voce ai nostri valori e alle cose in cui crediamo e fare entrare nella nostra vita solo ed esclusivamente le cose che ci rappresentano.

Minimalismo non è uguale a meno, bensì a più. Più senso di gratitudine e abbondanza. Più armonia e felicità.

Attenzione! Il minimalismo non è un fine. È uno strumento. Un mezzo per arrivare ad uno stile di vita che ci appaga profondamente e ci rappresenta totalmente come persone.
Il proprio mood minimale non è tout court e dato per definito per ogni persona. Il minimalismo è personale e si adatta e veste in maniera diversa ogni personalità.

Scarica subito la guida LE 50 COSE DA FARE PER AVERE UNA VITA MINIMALE andando semplicemente qui!

All’inizio di ogni personale viaggio verso un mood minimale ognuno ha i suoi buoni motivi per essere un minimalista. Le ragioni sono diverse e differenti.

Il beneficio ultimo per tutti è quello di vivere una vita in cui si è profondamente appagati e congruenti con se stessi. La vera anticamera per la felicità. Il fine ultimo di ognuno di noi.

Quali possono essere i motivi per essere minimalisti?

Ti mostro 10 buone ragioni per essere minimalisti o abbracciare uno stile di vita minimale. Te le elenco una ad una.

FARE SPAZIO. Siamo circondati da un accumulo di oggetti. La nostra società è consumistica. Non abbiamo più solo bisogni essenziali, ma i bisogni indotti dal marketing e dalla pubblicità ci spingono ad acquistare ogni giorno cose che realmente non desideriamo ma che ci servono solo per “apparire” dinanzi agli altri. Perciò accumuliamo: vestiti, cibo, oggetti, dispositivi, mobili e tanto altro.
Definendo invece ciò che è realmente importante per noi e andando al nucleo della nostra identità e dei nostri valori riusciamo a fare entrare nella nostra vita solo ciò che è essenziale. .
Otteniamo più spazio.

Cominciamo a selezionare e declutterare.

Otteniamo maggiore organizzazione e  più libertà.

ESSERE CIRCONDATI DA CIO’ CHE SI AMA. Andando al nucleo dei nostri valori e delle cose in cui crediamo si finisce col fare entrare nella propria vita solo ciò che ci rappresenta profondamente. Non dobbiamo più apparire. Si finisce col fare entrare nella propria vita solo ciò che si ama profondamente.
Ogni cosa ha un significato e viene scelta con consapevolezza. C’è più intenzionalità nello scegliere e fare le cose.

MAGGIORE VALORE E QUALITA’. Andando all’essenza delle cose si scelgono meno cose – le più importanti – ma che ci danno maggiore valore e soprattutto di qualità. Proprio perché si ha una maggiore autostima e consapevolezza di se stessi. Less is more. La regola è meno e di maggiore qualità. Si scelgono le cose più utili e durature. Si spende per cose di valore e solo per cose essenziali.

ESSERE CONGRUENTI. Non si vive più la vita di qualcun altro. Della famiglia, della società, dei social e della pubblicità. Conoscendo profondamente se stessi e i propri valori si scelgono le cose che realmente ci rappresentano. Finiamo con l’essere profondamente congruenti con noi stessi e la nostra essenza e alle cose in cui crediamo.

AVERE RELAZIONI SANE. Un buon motivo per essere minimalisti è liberarsi dalle relazioni nocive, che ci distruggono lentamente e ci tolgono energia. Grazie al minimalismo si dà più valore alle persone, alle esperienze e alle relazioni. Il nostro tempo è prezioso e va dedicato solo a persone preziose e che ci portano valore e qualità nella vita.

ACQUISTI CONSAPEVOLI. Si fanno acquisti consapevoli ed intenzionali. Non più di pancia. Ma intenzionalmente ragionati. Si fa entrare nella propria vita solo l’essenziale e che ci rappresenta. Non si è più vittime inconsapevoli del marketing. Ogni oggetto che entra nella nostra vita vi è entrato con un intenzione. Perché è profondamente utile o ci porta realmente valore. Ogni acquisto ha un senso profondo.

RISPARMIO. Selezionando e dando attenzione al meno e di qualità e durevole si finisce col risparmiare. A gestire con consapevolezza le spese e anche ad uscire fuori dal debito. Si impara a riciclare, a recuperare e nell’acquistare il buon usato o rigenerato. Non è più importante apparire. La cosa importante è la sostanza delle cose e questo vuol dire risparmio.

SCELTE SOSTENIBILI. Acquistando meno e di qualità. Si finisce col fare scelte sostenibili. Come il vintage o l’usato, l’artigianato o il km zero, si presta attenzione all’energia rinnovabile e all’eco sostenibilità. Ad eliminare i rifiuti e ad utilizzare i prodotti naturali e riciclabili. Minimalismo va a braccetto con sostenibilità. Il connubio è molto forte.

STILE DI VITA SANO. Prestando attenzione alla propria persona ci si prende cura di se stessi e si finisce coll’abbracciare uno stile di vita più sano.
Come l’attenzione all’alimentazione. Si finisce col eliminare il fumo e ridurre l’alcol. Con il fare più attività fisica. Meditazione. Più lettura e detox digitale. Si ha maggiore attenzione – quasi fosse un simulacro della propria persona a 360 gradi.

GRATI E FELICI. Si sviluppa un maggiore senso della gratitudine. Si è contenti di ciò che si ha. Non si desidera di più alimentando il vuoto. Si è profondamente connessi col qui e ora. Si è liberi dalle catene del passato e non si vivono le aspettative del futuro. Tutto questo porterà inevitabilmente ad un senso profondo di felicità e di connessione con se stessi.

Questi sono alcuni dei buoni motivi per poter scegliere di essere minimalisti o abbracciare un mood minimale. Ognuno ha il suo personale motivo. È un lungo viaggio che porta verso SE STESSI.

 

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi canali e seguimi su Instagram YouTube. Ogni mio articolo esce solitamente ogni due venerdì!

Comments are closed.